29 Nov - 2 Dic MILANO
EVENTI ISCRITTI
Natale su Minecraft
  • Digital Transformation

Natale su Minecraft

BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
CLIENTE

Tembo SRL

Natale su Minecraft
AGENZIA

Tembo SRL

TARGET

Dipendenti e collaboratori dell’agenzia

EDIZIONE

2021

Nel 2020 la festa di Natale dell’agenzia si è trasferita nel metaverso di Minecraft: tutto il team ha potuto vivere un’esperienza condivisa e, per una sera, sentirsi più vicino, anche se da remoto.

Focus

Nel 2020 lo scoppio della pandemia ha sovvertito ogni routine cui eravamo abituati e lo smart working si è imposto come nuova normalità lavorativa. Con il lockdown era impossibile organizzare qualsiasi tipo di evento in presenza, compresa la festa di Natale d’agenzia, da sempre uno dei momenti di aggregazione più importanti dell’anno. In un periodo di distanziamento sociale forzato, serviva un modo nuovo e sorprendente per stare insieme in sicurezza, che regalasse al team un momento di svago e convivialità, se pur da remoto.

Idea Creativa

Il budget per la festa natalizia è stato segretamente convertito nella creazione di un evento virtuale, che ingaggiasse attivamente tutto il team e creasse interazioni tra le persone al fine di superare la distanza fisica imposta dalle norme sanitarie. Minecraft, il videogioco numero 1 al mondo, era a tutti gli effetti lo scenario ludico perfetto: un universo parallelo in cui i protagonisti possono muoversi, agire e soprattutto interagire come nella vita reale.

Execution

Dopo una prima fase di valutazione delle tecnologie migliori a supporto della piattaforma di gioco, gli sviluppatori più nerd dell’agenzia si sono messi segretamente al lavoro per costruire l’evento: mattoncino sopra mattoncino gli architetti del mondo virtuale hanno dato vita alla location per la festa, studiando allestimenti e scenografie. Inizialmente è stato costruita una copia dell’ufficio fedele fin nei minimi dettagli all’originale (le stanze delle diverse Unit, l’area caffè, la sala riunioni, il cortile e perfino i bagni). Si è poi passati alla creazione degli avatar: ciascuno dei colleghi è stato riprodotto sotto forma di pixel, disegnato a partire dalle sue caratteristiche fisiche (aspetto, abbigliamento). È stato poi studiato il programma della serata, stabilendo lo svolgimento delle diverse attività in modo da mantenere l’interesse dei partecipanti, lasciando spazio per qualche sorpresa.