29 Nov - 2 Dic MILANO
BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
ALESSANDRA STRADELLA
Giuria

ALESSANDRA STRADELLA, MASERATI

Global Events & Activations Manager

BIOGRAFIA

Laurea in Esperti in Linguistica di impresa, interfacoltà di Lingue e Marketing un Master in Event Management presso la LUMSA a Roma.Dal 2010 al 2016 lavora in AW Events (attuale Rosso Evolution), agenzia del settore eventi, come producer per Eventi di diverso tipo, con obiettivi e strategie diverse che le permettono di avere una visione a 360° della Events Industry.

Nel 2016 inizia il percorso in Maserati come Event Specialist, nel team Marketing Global, dove si dedica a Eventi e Brand Activations e dopo un anno entra nel team Partnership & Sponsorship Management.
Dal 2018, come Global Events and Activations Manager gestisce, insieme al Team: Lanci Prodotto, Eventi Media ed Istituzionali, Saloni e Attivazioni a livello Globale all’interno dell’Ente Communication.

 

Alessandra in pochi tweet:

Il 2020 è un anno difficile per il mondo degli eventi. La industry sta cercando di reinventare format e modalità di engagement per continuare a parlare ai propri target.  Un progetto vincente in un contesto post pandemia dovrà…: “tenere in considerazione i cambiamenti. Non ci si potrà esimere da una componente digitale ma sarà fondamentale trasmettere autenticità. L’evento, inteso come esperienza a 360° è lo specchio di un brand, creatività e innovazione dovranno unirsi per continuare a coinvolgere e sorprendere ma in modo nuovo, sfruttando una dimensione più intima ed essenziale. Sostenibilità e Responsabilità sociale dovranno essere sempre più presenti”.

I giurati valutano i progetti prima online, sulla base di un video e di una scheda informativa. Il tuo consiglio ai candidati, per un’efficacie presentazione del progetto è….: “Concetti chiari, immagini significative che raccontino che cosa ha reso davvero unico quell’evento. Deve essere chiaro in che modo le scelte fatte hanno permesso di raggiungere l’obiettivo ed in che cosa si differenzia da altri eventi”.

‘Simplicity is the new gold’ è il claim dell’edizione 2020 del Bea. Il senso è quello di tornare all’essenziale, di “togliere” ciò che è superfluo. Una call to action forte, una invocazione a porsi nuovi obiettivi, più sostenibili, più in linea con la con le sfide della contemporaneità e del futuro, confidando nelle nostre capacità creative. ‘Simplicity is the new gold’ per te significa…: “Essenzialità geniale: ogni scelta, ogni elemento dell’evento, deve raccontare un pezzo della storia, tutto il resto diventa superfluo. E’ sicuramente facile stupire quando si hanno grandi budget e la possibilità di usare effetti speciali ma la vera sfida è trasmettere messaggi concreti con esperienze “semplicemente” memorabili”.

ALTRI MEMBRI