29 Nov - 2 Dic MILANO
BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
LUCIA MAGLIANO
Giuria

LUCIA MAGLIANO

Global Events

BIOGRAFIA

Laureata in Economia e Commercio alla Bocconi di Milano, inizia la sua carriera nel mondo della pubblicità a Londra e poi ad Amsterdam, dove ricopre il ruolo di International Account Manager nel Gruppo WPP.

Dopo quattro anni torna in Italia ed entra nel mondo dell’energia, inizialmente come Marketing e Communications Manager di Shell e, dal 2005, in Enel, dove ha assunto diverse incarichi in ambito marketing e commerciale in varie società del Gruppo – Enel.si, Enel Green Power ed Enel Energia.

Nel 2016 si trasferisce in Svizzera per motivi personali e poi in Australia, lavorando per il Ministero dell’Educazione del Queensland. Dal 2018 nuovamente in Enel, dove gestisce gli Eventi Globali del Gruppo nella Comunicazione Holding.

Lucia in pochi tweet:

Il 2020 è un anno difficile per il mondo degli eventi. La industry sta cercando di reinventare format e modalità di engagement per continuare a parlare ai propri target. Un progetto vincente in un contesto post pandemia dovrà…: “presentarsi, per chi lo propone, come un’opportunità di creare una connessione e di essere al servizio degli stakeholders cui è rivolto. Deve essere, insomma, a silver lining che faccia leva sul cambiamento del mondo in cui viviamo e sappia parlare agli stakeholders, sfruttando l’innovazione e l’utilizzo di piattaforme integrate e tecnologicamente avanzate”.

I giurati valutano i progetti prima online, sulla base di un video e di una scheda informativa. Il tuo consiglio ai candidati per un’efficace presentazione del progetto è: “procedere come operiamo in Enel, ossia ricondurre lo storytelling in modo immediatamente comprensibile e diretto alla content strategy sottostante, evidenziando le azioni concrete eseguite per raggiungere gli obiettivi, corporate o commerciali che siano. Essere catchy, nei tempi giusti, con mezzi e strumenti digitali che, negli ultimi mesi, non pongono più barriere di spazio o tempo”.

‘Simplicity is the new gold’ è il claim dell’edizione 2020 del Bea. Il senso è quello di tornare all’essenziale, di “togliere” ciò che è superfluo. Una call to action forte, una invocazione a porsi nuovi obiettivi, più sostenibili, più in linea con le sfide della contemporaneità e del futuro, confidando nelle nostre capacità creative. ‘Simplicity is the new gold’ per te significa…: “tornare a mettere al centro del nostro lavoro il contenuto, vero protagonista, accompagnando chi ne fruisce in un percorso soggettivo, personalizzato ed esperienziale, virtuale ma con la capacità di trasmettere energia positiva. I progetti delle grandi aziende danno la vista ad un futuro più sostenibile, da raccontare ed insegnare alle nuove generazioni, come facciamo in Enel”.

ALTRI MEMBRI