BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
ROBERTA GAMBINO
Giuria

ROBERTA GAMBINO, SWINKELS FAMILY BREWERS ITALIA

Head of Marketing & Communication

BIOGRAFIA

Torinese, dopo la laurea e un Master in Marketing e Comunicazione, inizia il suo percorso professionale in Nielsen per poi passare nel Marketing del Gruppo Finanziario Tessile e di Seagram.
La sua carriera è proseguita in Barilla dove ha ricoperto diversi ruoli nell’area Marketing occupandosi di progetti di innovazione, brand development e brand stretching sia come Marketing Manager di Ringo Pavesi che di importanti categorie di Mulino Bianco.
Dal 2011 è alla guida del Marketing Italia del birrificio olandese indipendente Royal Swinkels Family Brewers e si occupa dello sviluppo di Bavaria Holland’s Beer, di 8.6 (gamma di birre Speciali) e degli altri brand del portafoglio aziendale sul mercato  italiano, oltre che del coordinamento di numerosi progetti internazionali.

Roberta in pochi tweet:

Gli ultimi due anni sono stati molto difficili per il mondo degli eventi. La industry ha reinventato – e ancora continua a farlo – format e modalità di engagement per continuare a parlare ai propri target. Un progetto vincente nel nuovo contesto post pandemia deve…: “Un progetto vincente deve aver adottato un approccio realmente “phygital”: non solo integrando due diverse modalità di fruizione, ma consentendo ai partecipanti di vivere un’esperienza immersiva e coinvolgente, da remoto come in presenza. Ha vinto chi ha saputo trasformare una sfida in un’opportunità arricchente per il proprio format di evento.”

I giurati valutano i progetti prima online, sulla base di un video e di una scheda informativa e in un secondo momento valutano nuovamente i progetti in shortlist anche grazie a una presentazione di 2 minuti da parte della struttura iscrivente. Il mio consiglio ai candidati, per un’efficace presentazione del progetto è…: “Il mio consiglio ai candidati per un’efficace presentazione del progetto è quello di combinare due aspetti ugualmente importanti: quello emozionale, per far entrare anche noi giurati nel mood dell’evento, e quello razionale, fornendoci dati e metriche specifiche per poter fare una valutazione complessiva.”

‘Welcome to the new stage’ è il claim dell’edizione 2021 del Bea. Frase che intende invitare all’ottimismo, essere un segnale di ripartenza per continuare a lavorare con positività e, allo stesso tempo, dire quanto agli addetti ai lavori manchi la realtà del palco fisico. Come pure, ‘Welcome to the new Stage’, significa che, proprio grazie alla pandemia, siamo entrati su un altro livello di ‘gioco’. ‘Welcome to the new stage’ per te significa…: ‘Welcome to the new stage’ significa per me dare un rinnovato benvenuto ad una industry che in questi mesi ha sofferto, ma che ora è pronta a ripartire calcando un nuovo palco, ideando modalità nuove che saranno un arricchimento per l’intero comparto. Una sfida che organizzatori e brand sono pronti ad accogliere per poter finalmente riprendere ad incontrare il pubblico.

ALTRI MEMBRI