29 Nov - 2 Dic MILANO
BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
Igor Cassina ospite al Bea Festival: “Chi non si forma, si ferma”
clicca per ingrandire

A inaugurare il Bea – Festival Italiano degli Eventi e della Live Communication, l’atleta Igor Cassina, per oltre un decennio simbolo della ginnastica italiana e passato alla storia per aver conquistato l’oro alle Olimpiadi di Atene grazie a un movimento di rara difficoltà, da lui stesso brevettato, il ‘Cassina’.

Le innumerevoli medaglie ai Mondiali, alla Coppa del Mondo e agli Europei lo hanno reso il ginnasta azzurro più titolato dopo Yurj Chechi. Nel 2012 si è ritirato dall’attività agonistica, ma non dal suo amato sport, di cui è diventato tecnico, allenatore e commentatore televisivo.

In fondo, racconta Cassina, la performance sportiva è come un evento: deve essere ‘buona la prima’, hai solo una possibilità di dare il meglio. Come gestire lo stress e le pressioni esterne in un momento così delicato, da ‘one shot’?

“Le Olimpiadi sono un grande evento, uno dei più celebri al mondo, e si tengono ogni quattro anni. Un sogno per qualsiasi atleta. Il 23 agosto 2004 per me è stato il giorno dei giorni, perché ho saputo gestire a 360° tante situazioni che si sono incastrate perfettamente. Il segreto? Scelgo di estraniarmi dal mondo esterno, dalla platea, dalla folla, alleno la mia mente ad azionare le mia abitudini, i miei automatismi. In quei momenti, in quei 50 secondi in cui devo dare il meglio, io non sono là, ma sono nella mia palestra, dove ripeto l’esercizio tutti i giorni”.

“E poi… Poi ci vuole la passione, un requisito fondamentale per realizzare i nostri sogni: a me dicevano che ero troppo alto, che non ero portato, ma io dall’età di 10 anni ho deciso di arrivare lì, alle Olimpiadi. E ho convogliato le mie energie in questo sogno. Perché le sfide sono meravigliose: ci arricchiscono, “chi non si forma, si ferma”. Non solo. L’energia positiva che ti arriva da un successo va ‘reinvestita’, ovvero, deve essere motore per fare cose nuove, bisogna sempre guardare avanti”.

Infine, un commento sul ruolo del testimonial sportivo negli eventi. “Dopo le Olimpiadi sono stato catapultato nel mondo mediatico, facendo dal commentatore televisivo a ‘Ballando con le Stelle’. Mi hanno chiamato spesso come ospite di eventi e convention. Perché? Per trasmettere un’emozione.

Chi ha passione fa tutto con estrema naturalezza, è una vocazione. E il pubblico lo avverte e sta lì a guardarti con il fiato sospeso. Trasmetti una verità di vita, uno stimolo che chi osserva si porta a casa per sempre”.

Serena Roberti

————————————-

Il Bea – Festival Italiano degli Eventi e della Live Communication è un evento ADC Group

Organizzatore: Filmmaster Events

Main partner: Clonwerk, Milano Music Consulting, New Light, STS Communication, Teatro Franco Parenti

Partner: Direzione Ostinata, Excogitare, Digivents di GoAPP, Pixartprinting, Telemeeting, Drink & Taste, La Taverna Gourmet di Davide Iannaco, NIKI Events, Joy Project, F.D. Rent, HRS, MP Management

CONDIVIDI