29 Nov - 2 Dic MILANO
EVENTI ISCRITTI
The Electric City Challenge
  • Brand Activation
  • Evento B2C

The Electric City Challenge

BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
CLIENTE

MINI Italia

The Electric City Challenge
TARGET

Appassionati del settore automotive, sponsor, istituzioni, stampa.

EDIZIONE

2021

La MINI Electric Pacesetter inspired by John Cooper Works sfida la metropolitana di Roma. Qual è il mezzo elettrico più veloce in città?

Focus

Dopo un’anteprima globale pochi giorni prima, la MINI Electric Pacesetter inspired by John Cooper Works ha fatto il suo esordio ufficiale come safety car il 10 aprile 2021 durante il Gran premio di Roma del campionato mondiale di Formula E 2021.
La sfida è stata quella di trasformare una sponsorship tecnica in un evento di comunicazione globale. In altre parole, ci è stato chiesto di fare “rumore” con un’auto elettrica. Creare conversazione e massimizzare le visualizzazione i nostri due obiettivi chiave che abbiamo raggiunto attraverso un contenuto da condividere su ogni piattaforma digitale.

Idea Creativa

Qual è il veicolo elettrico più veloce in città?
La MINI Electric Pacesetter inspired by John Cooper Works sfida la metropolitana di Roma.
Un testa a testa in stile “Fast and Future” per riscrivere la storia dei veicoli elettrici. Una competizione “silenziosa” ad alta velocità, messa in scena nella cornice unica del centro storico della Capitale. Ma non solo: a dar vita alla gara, non due piloti qualunque, ma due protagonisti d’eccezione. Charlie Cooper, il nipote di John Cooper, alla guida della MINI Electric Pacesetter, e il portoghese Bruno Correia, pilota ufficiale Safety Car della FIA Formula E , solo per questa volta al comando della metropolitana. Una sfida unica che fa correre insieme il passato, il presente e il futuro di un’icona.

Execution

Una sfida che si è svolta nelle strade di Roma, si è tradotto in un video 90″, pubblicato su tutte le piattaforme digitali worldwidedel BMW Group. Una fase teaser e una long tail fatto di video backstage, comunicati per la stampa e innumerevoli interviste hanno contributo a dar vita a una strategia di contenuti integrata per coinvolgere gli utenti di tutto il mondo.