29 Nov - 2 Dic MILANO
BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
ARIANNA BALDANZI
Giuria

ARIANNA BALDANZI

Manager of National & Corporate Events

BIOGRAFIA

Laureata in Lettere Moderne, consegue il Master in Comunicazione d’Azienda UPA Cà Foscari e inizia il suo percorso professionale in istituti di ricerche di mercato, agenzie di pubblicità e società di consulenza nel settore della moda.

In Fastweb dapprima gestisce le sponsorizzazioni e gli accordi di partnership, attualmente è responsabile eventi e si occupa della progettazione e organizzazione dei principali eventi istituzionali in Italia e all’estero per tutte le divisioni dell’azienda.

Lunga esperienza nella comunicazione e nel settore delle telecomunicazioni, ama prima di tutto i progetti che mettono in connessione le persone e il confronto con gli altri capace di generare nuove possibilità.

Arianna in pochi tweet:

Il 2020 è un anno difficile per il mondo degli eventi. La industry sta cercando di reinventare format e modalità di engagement per continuare a parlare ai propri target. Un progetto vincente in un contesto post pandemia dovrà…: “mettersi in gioco con coraggio e avere la capacità di riscrivere i format di comunicazione senza ragionare in continuità con quanto eravamo abituati a fare negli eventi fisici. Questo può essere un periodo capace di generare nuove possibilità e favorire il lavoro di squadra tra agenzie e aziende per accogliere insieme una nuova sfida”.

I giurati valutano i progetti prima online, sulla base di un video e di una scheda informativa. Il tuo consiglio ai candidati, per un’efficacie presentazione del progetto è…: “mettersi dalla parte dell’audience per raccontarsi con chiarezza, semplicità ed efficacia. Focalizzarsi su pochi elementi chiave affinché rimangano nella mente di chi ascolta e facciano comprendere il valore aggiunto e differenziante del progetto. Less is more”.

‘Simplicity is the new gold’ è il claim dell’edizione 2020 del Bea. Il senso è quello di tornare all’essenziale, di “togliere” ciò che è superfluo. Una call to action forte, una invocazione a porsi nuovi obiettivi, più sostenibili, più in linea con la con le sfide della contemporaneità e del futuro, confidando nelle nostre capacità creative. ‘Simplicity is the new gold’ per te significa…: “sapere lavorare in levare, ‘ribaricentrarci’ sul messaggio, attingere alla tecnologia e a un nuovo alfabeto autorale per costruire un progetto di comunicazione che significhi davvero innovazione”.

ALTRI MEMBRI