29 Nov - 2 Dic MILANO
BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
RICCARDO BELLI
Giuria

RICCARDO BELLI

Head of Events & Sponsorship

BIOGRAFIA

In Eni dalla fine del 2009, all’interno della struttura di Identity Communication coordina l’unità che si occupa delle sponsorizzazioni, degli eventi e dell’editing aziendale.
Laureato in economia e commercio, vanta precedenti esperienze di marketing e comunicazione sia in azienda – nei settori petrolifero e del riscaldamento – sia in varie agenzie, dove in particolare ha avuto modo di collaborare con molti dei principali players del settore automobilistico.

Riccardo in pochi Tweet:

Il 2020 è un anno difficile per il mondo degli eventi. La industry sta cercando di reinventare format e modalità di engagement per continuare a parlare ai propri target. Un progetto vincente in un contesto post pandemia dovrà…: “fare tesoro dell’esperienza dei mesi scorsi e prevedere, laddove possibile, un mix calibrato di modalità “fisiche” e “virtuali/digitali”.

I giurati valutano i progetti prima online, sulla base di un video e di una scheda informativa. Il tuo consiglio ai candidati, per un’efficacie presentazione del progetto è…: “sempre lo stesso: idee chiare ed esposizione sintetica ma completa”.

‘Simplicity is the new gold’ è il claim dell’edizione 2020 del Bea. Il senso è quello di tornare all’essenziale, di “togliere” ciò che è superfluo. Una call to action forte, una invocazione a porsi nuovi obiettivi, più sostenibili, più in linea con la con le sfide della contemporaneità e del futuro, confidando nelle nostre capacità creative. ‘Simplicity is the new gold’ per te significa…: “andare dritti al punto. Magari anche con l’utilizzo di soluzioni tecnologiche sofisticate ma di fruizione semplice ed immediata. Credo che la semplicità paghi ora piu di prima, in termini di comunicazione come pure nella fruizione di un evento, in presenza o a distanza. Dunque idee e contenuti ‘solidi’, in una architettura ‘semplice'”.

ALTRI MEMBRI