29 Nov - 2 Dic MILANO
BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
LAURA CAMPOPIANO
Giuria

LAURA CAMPOPIANO

Business Development and Communications Director

BIOGRAFIA

Da sempre abituata a collaborare con il top management, orientata al raggiungimento degli obiettivi, flessibile e con un forte senso di responsabilità, crede fermamente nell’opportunità di fare la differenza.
Dal 2015 Business Development and Communications di Snaitech Spa, riportando all’Amministratore Delegato. Il dipartimento accentra due funzioni aziendali: il Business Development che gestisce tutti i progetti di business model e sviluppo prodotto, retail e online; e la Comunicazione Corporate che comprende la gestione degli eventi aziendali, ufficio stampa, CSR e comunicazione interna.
La Direzione ha la responsabilità di assicurare la coerenza tra la strategia del Gruppo e le politiche degli stakeholder – media, dipendenti, partner, rete distributiva – gestendo i progetti di sviluppo, nel rispetto del quadro normativo, compreso il processo di internazionalizzazione aziendale.
Una precedente lunga esperienza, con responsabilità crescenti, in Public Affairs aggiunge una visione più ampia sul coinvolgimento degli stakeholder, ancora l’obiettivo chiave in ogni posizione.
Un coinvolgimento precoce al Parlamento europeo, dopo la laurea in scienze sociali, completa l’ambiente istruttivo che l’ha condotta qui.

Laura in pochi tweet:

Il 2020 è un anno difficile per il mondo degli eventi. La industry sta cercando di reinventare format e modalità di engagement per continuare a parlare ai propri target.  Un progetto vincente in un contesto post pandemia dovrà…: nascere dalle opportunità che la trasformazione digitale mette a disposizione, non limitarsi a traslare in remoto format nati per la live communication”. 

I giurati valutano i progetti prima online, sulla base di un video e di una scheda informativa. Il tuo consiglio ai candidati, per un’efficacie presentazione del progetto è…: curare con la massima attenzione la presentazione video per trasmettere la qualità di esecuzione; chiarire molto bene gli elementi distintivi della proposta per trasmettere la qualità di progettazione”.

‘Simplicity is the new gold’ è il claim dell’edizione 2020 del Bea. Il senso è quello di tornare all’essenziale, di “togliere” ciò che è superfluo. Una call to action forte, una invocazione a porsi nuovi obiettivi, più sostenibili, più in linea con la con le sfide della contemporaneità e del futuro, confidando nelle nostre capacità creative. ‘Simplicity is the new gold’ per te significa…: Il nuovo oro è, a mio avviso, un paradosso che andrebbe superato con l’abbandono della ricerca di beni poco disponibili. Le frontiere, secondo me, dovrebbero spostarsi verso il nuovo significato che siamo in grado di attribuire a beni già ampiamente disponibili”

ALTRI MEMBRI