BEA  – Best Event Awards
BEA  – Best Event Awards
20210826 122345
Giuria

LAURA ARDUINO, INTESA SANPAOLO

Head of Eventi e Rappresentanza

BIOGRAFIA

Responsabile di tutte gli eventi del Gruppo, sia nell’ambito delle iniziative istituzionali sia in quello del b2b e b2c, ha seguito l’evoluzione della banca lavorando in vari settori della comunicazione: sponsorizzazioni, eventi, attività culturali.

Definisce e coordina eventi e progetti di ospitalità legati a partnership della banca, dalle Olimpiadi Invernali di Torino 2006, Pechino 2008, Londra 2012, Expo Shanghai 2010, Expo Milano 2015, le imminenti Nitto ATP Finals di Torino. Gestisce gli spazi congressuali della banca, in particolare quelli del grattacielo di Torino, sede di eventi e iniziative culturali.

Laureata in Lettere, segue da sempre con passione l’evoluzione dei linguaggi e dei canali della comunicazione.

Laura in pochi tweet:

Gli ultimi due anni sono stati molto difficili per il mondo degli eventi. La industry ha reinventato – e ancora continua a farlo – format e modalità di engagement per continuare a parlare ai propri target. Un progetto vincente nel nuovo contesto post pandemia deve…: “valorizzare, anche negli eventi in presenza, le grandi potenzialità espresse dalle tecnologie e dai nuovi canali che hanno consentito di tenere vivo il legame con il pubblico anche a distanza. Imprescindibili contenuti originali e format dinamici.”

I giurati valutano i progetti prima online, sulla base di un video e di una scheda informativa e in un secondo momento valutano nuovamente i progetti in shortlist anche grazie a una presentazione di 2 minuti da parte della struttura iscrivente. Il mio consiglio ai candidati, per un’efficace presentazione del progetto è…: “far emergere chiaramente gli obiettivi dell’evento e l’idea creativa che ha permesso di raggiungerli. Importanti i numeri, ma non sufficienti a valutare il gradimento se non si colgono l’emozione, la partecipazione, il ‘segno’ lasciato dall’evento.”

‘Welcome to the new stage’ è il claim dell’edizione 2021 del Bea. Frase che intende invitare all’ottimismo, essere un segnale di ripartenza per continuare a lavorare con positività e, allo stesso tempo, dire quanto agli addetti ai lavori manchi la realtà del palco fisico. Come pure, ‘Welcome to the new Stage’, significa che, proprio grazie alla pandemia, siamo entrati su un altro livello di ‘gioco’. ‘Welcome to the new stage’ per te significa…: “che il palcoscenico degli eventi è cambiato. La partecipazione diretta, in presenza, rimane la modalità che offre le maggiori opportunità di coinvolgimento, ma il nuovo palcoscenico virtuale non deve essere dimenticato perché consente di ampliare l’orizzonte e di raggiungere pubblici nuovi.”

ALTRI MEMBRI